Istruzione

La ricchezza e il futuro di un paese passa anche attraverso la buona formazione scolastica e la preparazione dei suoi giovani.

Oggi le scuole di Controguerra possono definirsi sicure, dopo l’intervento di ristrutturazione ed adeguamento degli spazi interni degli edifici stessi (rif. 6).

Il ruolo del Comune non può limitarsi alla sola assistenza fisica, ai trasporti e alle mense, ma deve soprattutto intervenire sul piano educativo e formativo, che prevede
una partecipazione propositiva ed operativa alla progettazione educativa della scuola.

Questo è possibile solo se si promuove e si realizza un rapporto nuovo tra mondo della scuola ed Ente Locale, un mondo dove, ognuno in relazione alle specifiche competenze, lavora per il raggiungimento di un obiettivo comune: la crescita dei futuri cittadini e quindi del territorio.

Offerta formativa qualificata, sostegno all’autonomia scolastica ed integrazione dei processi formativi sono le linee guida del nostro programma per l’istruzione.

La scuola che vogliamo è una scuola aperta al territorio, luogo di produzione di attività culturali da porre al servizio del proprio contesto territoriale e, nello stesso tempo, capace di offrire ai propri allievi tutte le opportunità formative di cui il territorio dispone.

Nel concreto, vista la positiva collaborazione tra Amministrazione e la Scuola raggiunta nel corso della passata amministrazione, riteniamo opportuno dare continuità a tutte le attività che, inserite nel piano dell’offerta formativa redatto dalle insegnanti, sono state effettuate con il contributo economico dell’Amministrazione sia in orario scolastico che
extrascolastico: